APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE SENZA LIMITI DI ETÀ. - Lavoro

03 Novembre 2017

La norma prevede che, con finalità di qualificazione o riqualificazione professionale, sia possibile assumere in apprendistato professionalizzante, senza limiti di età, i lavoratori beneficiari di indennità di mobilità o di un trattamento di disoccupazione.

Tra i soggetti destinatari, possono rientrare anche i lavoratori che, al momento dell’assunzione, avendo comunque diritto all’indennità, abbiano solo presentato la richiesta, ma non abbiano ancora iniziato a percepirla.

All’apprendistato professionalizzante rivolto ai percettori di mobilità o di un trattamento di disoccupazione sono applicabili le riduzioni contributive tipiche dell’apprendistato, rapportate ai limiti dimensionali del datore di lavoro.

Per gli apprendisti “over 29”, al termine del periodo formativo, non trova applicazione la norma secondo la quale le parti possono recedere dal contratto nel rispetto dei termini del preavviso.

Pertanto, troverà applicazione la normativa sui licenziamenti dettata dall’art. 3 D.Lgs. n. 23/2015, quindi il rapporto potrà essere risolto per: giustificato motivo oggettivo, giustificato motivo soggettivo, giusta causa.

Si ricorda infine che il licenziamento dell’apprendista “over 29” comporta il pagamento del ticket licenziamento.