Spesometro: le modifiche apportate dal Decreto fiscale - Fisco

21 Dicembre 2017

A seguito delle criticità emerse in occasione dell’invio dei dati fatture emesse / ricevute relative al primo semestre 2017 il Legislatore, con il D.L. fiscale 148/2017, è intervenuto apportando alcune modifiche al predetto adempimento.

Le principali novità introdotte sono le seguenti:

  • la riduzione dei dati da comunicare; i contribuenti potranno infatti limitarsi ad inviare i dati essenziali delle operazioni iva, ossia partita Iva o codice fiscale, data dell’operazione e numero della fattura, base imponibile, aliquota applicata, imposta e tipologia dell’operazione;
  • la periodicità di invio dei dati, che potrà essere semestrale in alternativa a quanto precedentemente previsto, ossia la comunicazione trimestrale;
  • il ripristino dell’invio dei dati relativi al c.d. “documento riepilogativo” per le fatture di importo inferiore a € 300.

In merito alle modalità d’esercizio di quest’ultima facoltà occorrerà però attendere un apposito provvedimento dell’Agenzia delle Entrate.

È stata inoltre prevista la non applicazione delle sanzioni per gli errori commessi in sede di invio dei dati relativi al primo semestre 2017, a condizione che entro il 28.02.2018 siano effettuate le opportune correzioni di quanto erroneamente comunicato.